Itinerari turistici
Itinerario urbano

Itinerario urbano

Un giro perimetrale delle mura cittadine, o di quanto ne rimane, permette di apprezzare la singolare forma urbanistica allungata dell'antico castello di Torgiano; i due lati della cinta muraria, l'uno rettilineo e l'altro curvilineo, racchiudono all'interno quattro strade principali, intersecate da vicoli perpendicolari.

Partendo da Piazza Matteotti, dirigendosi verso sinistra, è possibile osservare, lungo Via Tiradossi, le mura dell'antico cassero, demolito nel Settecento per lasciare spazio al campanile della Chiesa di San Bartolomeo e, di seguito, alcuni tratti della originaria cinta muraria.

Continuando la strada, dopo aver superato un bel punto di vista sulla valle Tiberina, si raggiunge l'area un tempo occupata dalla "Porta di Sotto" o "San Biagio"; a sinistra è ancora visibile, con un portale bugnato, la casa che fu dei Signorelli di Rosciano che al suo interno conteneva un piccolo oratorio.

Lungo il viale alberato di Via Giordano Bruno si possono ammirare tratti delle fortificazioni medioevali, nella tipica pietra arenaria locale, e l'antico cassero esposto a Nord, in direzione di Perugia, la Torre della Jaccera; risaliti verso Piazza Matteotti e imboccato il Viale delle Rimembranze si raggiunge la Torre Baglioni, simbolo di Torgiano, e da qui la Chiesa di Santa Maria dell'Olivello con pregevoli dipinti dei secoli XVI e XVII.

Completato il percorso delle mura di fortificazione, percorrendo Corso Emanuele si può visitare il centro storico. Numerosi appaiono gli interventi di artisti contemporanei, che hanno reso omaggio alle origini e alla storia di Torgiano: dalle sculture del ceramista Nino Caruso - "La Fonte di Giano" in Piazza Baglioni, chericorda la divinità romana dalla quale la tradizione popolare fa derivare il nome di Torgiano, e "La Fonte dei Cocciari", in Piazza Santa Maria - alle pitture di Mario Madiai, il borgo declina in modi diversi il tema del rapporto tra arte e territorio. Sempre da Piazza Baglioni è possibile raggiungere altre opere di artisti contemporanei, dedicate all'artigianato tradizionale un tempo presente nell'abitato; all'imbocco del Vicolo del Comune si trova un affresco di Elvio Marchionni che evoca il lavoro del falegname, da sempre strettamente legato all'economia vitivinicola; il Vicolo del Fabbro, raggiungibile da Corso Garibaldi, conserva un affresco di Marc Sardelli che richiama il mestiere del forgiatore dei metalli, un tempo impegnato anche nella realizzazione degli attrezzi agricoli.

Dal Corso principale si imbocca il Vicolo Stocchi, dove è possibile ammirare, oltre ai due pozzi medioevali, alcuni tra i più caratteristici edifici del paese.

Comune di Torgiano
Corso Vittorio Emanuele II n. 25 - 06089 Torgiano(PG)
Tel. +39 075 988601 - C.F./P.IVA: 00383940541
PEC: comune.torgiano@postacert.umbria.it